fbpx

Risparmiare Comprando

Risparmiare comprando sembra un ossimoro, una cosa insensata, e invece è così. Lo scorso anno ad esempio sono riuscito a risparmiare quasi 1.000€ seguendo questi semplici accorgimenti, e in questo articolo ti darò qualche piccolo consiglio per aiutarti a comprare le migliori tecnologie spendendo molto meno.

Ho fatto anche un video al riguardo, se vuoi vederlo lo trovi qui sotto. 😉

Fai una lista delle cose che vorresti comprare.

Includi anche il prezzo, mettila in ordine di priorità e aggiornala di volta in volta. Mettere nero su bianco la lista ti farà rendere conto di quanti soldi vorresti spendere e se ti puoi permettere tutto quanto.

Alcune cose potrebbero piacerti molto, ma se costano troppo o non sono urgenti, potrai comprarle in seguito.

 

 

Non comprare al prezzo di listino.

Il mercato è vivo e i prezzi dei prodotti variano di giorno in giorno seguendo la legge della domanda/offerta. Il prezzo che trovi sul sito del produttore non è quasi mai il reale prezzo di mercato, per cui, a meno che il prodotto sia introvabile, non ci sia un chiaro vantaggio o tu non abbia altra scelta, non comprare mai dal sito del produttore.

 

 

Segui le offerte.

Se hai fatto una lista degli oggetti che vuoi comprare hai un enorme vantaggio: puoi aspettare che il prezzo cali e comprare risparmiando un sacco di soldi! Ti basta solo un po’ di pazienza.

Come detto i prezzi dei prodotti variano nel tempo ed è probabile che in alcuni periodi dell’anno l’oggetto del tuo desiderio scenda anche del 40-50%. Mica male eh?

Certo non puoi passare le giornate a controllare il prezzo di centinaia di prodotti su decine di siti, però puoi approfittare di servizi gratuiti come Keepa, che ti permettono di ricevere una notifica quando un prodotto raggiunge il prezzo desiderato.

Ma esistono molti altri sistemi per scovare le offerte. Se l’argomento ti interessa fammelo sapere nei commenti, farò un video in merito.

 

Quindi: fare una lista, non comprare al prezzo di listino e attendere un’offerta. Ma non è finita qui.

 

 

Esiste un detto popolare molto saggio che recita: Chi più spende meno spende.

 

Avevo circa 10 anni quando l’ho sentito per la prima volta e per molto tempo non ne ho capito il significato, sino a che, circa 4 anni dopo, mi ci sono scontrato nella realtà.

 

Ero un adolescente nerd dei primi anni 2000, la musica accompagnava ogni istante della mia giornata e la mia libreria di canzoni in mp3 era abbastanza fornita…

Chiesi quindi ai miei genitori di comprarmi un lettore Mp3 portatile, una di quelle chiavette USB con un mini display e le cuffie. Costavano poco, circa 30€, e si trovavano ovunque. Me ne comprarono uno, e dopo 2 mesi smise di funzionare. Allora me ne comprarono un altro, passò qualche mese e di nuovo non si accendeva più. A quel punto i miei si chiedono come faccia a rompere così facilmente un oggetto praticamente indistruttibile, e me lo chiedo anche io, perché ho sempre tenuto tantissimo alle mie cose. Ma niente, anche il terzo lettore Mp3 dura giusto fino all’estate.

Ora, in quel periodo esisteva un prodotto molto bello, di un brand poco conosciuto tra i miei coetanei, ma di qualità e costo evidentemente superiore. Funzionava perfettamente, la batteria durava tantissimo e tutti quelli ce lo avevano erano felicissimi.

Quel prodotto si chiamava iPod nano.

 

L’iPod costava una cifra, partiva da 149€, ma per una fortunata coincidenza il giorno in cui ho convinto i miei genitori a comprarmelo lo trovammo in offerta a circa 100€.

Facendo un rapido calcolo, lo stesso prezzo pagato per comprare 3 diversi Mp3 con l’autodistruzione innescata.

Quanto è durato quell’iPod? Ad occhio e croce 15 anni, funziona ancora.

 

Cosa si deduce quindi da questa esperienza? Che a volte spendere di più, per un prodotto di qualità superiore, ci permette di spendere meno nel tempo, avendo inoltre a che fare con un prodotto che ci darà più soddisfazione durante l’utilizzo.

 

 

 

Come scegliere prodotti di qualità?

Oggi fortunatamente non è indispensabile provare in prima persona ogni prodotto. Siti specialistici, recensioni su YouTube, opinioni di persone che conosciamo e lo hanno provato… C’è solo l’imbarazzo della scelta. Fai qualche ricerca prima di affrontare un acquisto, e sommando le informazioni difficilmente incapperai in prodotti di scarsa qualità.

 

Ma attenzione all’infodemia!

Specialmente quando un prodotto è nuovo e molto atteso internet impazzisce. Escono centinaia di articoli e video che parlano tutti della stessa cosa ed è difficile capire di chi fidarsi.

La recensione è autentica o è stata pagata dal brand per vendere il prodotto? La persona che ha scritto l’articolo sa di cosa sta parlando, è del settore, o di solito parla di argomenti totalmente differenti?

Certo non è facile orientarsi, e allora ecco altri 2 consigli per te.

 

 

Primo: affidati ai leader di mercato.

Soprattutto se parliamo di tecnologia, oggi la concorrenza è immensa. Ogni giorno spuntano nuove aziende, ma dovresti fidarti? Spesso i nuovi brand hanno prezzi competitivi, ma abbiamo visto che “chi più spende meno spende”, inoltre se un brand è molto affermato vuol dire che i consumatori sono perlopiù soddisfatti. Affidarsi a brand minori può essere rischioso. Prova a pensare cosa succederebbe in caso di guasto. Avresti un centro di assistenza nelle vicinanze? I pezzi di ricambio sarebbero disponibili entro un breve lasso di tempo?

Meglio affidarsi ad aziende più famigliari.

 

 

Secondo: meglio non essere i primi.

Questa è una regola d’oro. MAI essere tra i primissimi ad utilizzare una tecnologia se non siamo disposti a pagarne il prezzo. E anche qui posso farti un esempio.

Il 10 novembre 2020 Apple ha presentato i nuovi MacBook con processore M1. È stata una rivoluzione: computer di fascia alta con autonomia incredibile e prezzo relativamente contenuto.

Era facile farsi prendere dall’impazienza e comprare il giorno dell’uscita, ma ecco a cosa è andato incontro chi ha acquistato il giorno dell’uscita.

Avendo una nuova architettura, molti programmi o plugin non solo non erano ottimizzati per i computer con M1, ma proprio non erano compatibili. E questa è una situazione che, seppur in piccolissima parte è ancora oggi realtà, a più di un anno dal lancio.

Inoltre attendere anche solo 6 mesi, ha permesso alle persone più pazienti di risparmiare più di 200€. Io ad esempio ho pagato 1500€ il mio, che all’uscita era introvabile sotto ai 1700€.

 

E per il finale la cosa più complicata: scegliere il modello più adatto.

A cosa mi riferisco?

È sempre più comune, ormai direi quasi la regola, che un prodotto sia disponibile sul mercato in diverse versioni.

Così troviamo l’iPhone, l’iPhone mini, l’iPhone Pro e l’iPhone Pro Max. O ancora il FitBit Sense, il Versa, il Charge, il Luxe o l’Inspire. Come fare a scegliere?

Semplificherei consigliandoti di scegliere la via di mezzo.

Solitamente le aziende mettono sul mercato diverse versioni per spingere gli utenti a spendere molto di più per avere quella funzione o quella caratteristica che rendono il prodotto di livello Top, il migliore. Eppure dopo qualche mese, dopo un anno o forse due, quello stesso prodotto, costosissimo, il migliore sulla piazza, è diventato obsoleto.

Qui sta l’intelligenza. È importante riuscire a frenare i nostri entusiasmi, analizzare criticamente le nostre necessità ed essere in grado di rinunciare a quella caratteristica che ci fa brillare gli occhi se non è necessaria e può aiutarci a risparmiare parte del nostro budget.

Potremo sempre tenere da parte i soldi risparmiati per l’acquisto di un altro prodotto o per acquistare la nuova versione il prossimo anno, magari dopo aver rivenduto la nostra.

Spero questi consigli ti possano essere utili. Io li applico non solo durante gli acquisti tecnologici, ma anche nella vita di tutti i giorni, e devo dire che mi sono di grande aiuto.

Ora ti saluto e ricorda: usa la testa!